“Chicche di stile”: le intramontabili cuffie da bagno

Chicche di stile: le intramontabili cuffie da bagno

Per la rubrica settimanale Chicche di Stile parliamo di un accessorio storico, diventato un trend della moda femminile e che continua senza sosta la sua evoluzione stilistica: la cuffia da bagno.

Le cuffie da bagno, tra gli accessori femminili, rappresentano un cult che ha segnato la storia della moda, accompagnando negli anni le varie tendenze e trasformazioni di stile. A differenza dei giorni nostri, nella seconda metà dell’Ottocento le donne avevano una concezione completamente diversa dell’abbigliamento e in particolare della moda mare. Infatti prima dei bikini o trikini di oggi, gli abiti da mare femminili erano caratterizzati da ampi pantaloni lunghi fino ai polpacci, camicette strette in vita e abito da bagno molto coprenti.

Chicche di stile: le intramontabili cuffie da bagno

Agli inizi del ‘900 furono realizzate le prime cuffie da bagnano per raccogliere i capelli. I primi modelli erano interamente in gomma, un materiale poco confortevole e difficile da indossare per ore sotto il sole. Tra gli anni ‘20 e i ‘30 fu Coco Chanel ad imporre la moda della donna abbronzata e libera da abiti poco femminili. Il numero di accessori da indossare in spiaggia iniziarono a diminuire, fino ad arrivare ai classici pezzi interi anni ‘30, senza mai separarsi dalle cuffie, che divennero sempre più di moda.

Chicche di stile: le intramontabili cuffie da bagno

Quando si parla della dell’evoluzione della cuffia da bagno femminile, si pensa subito alla bellissima Esther Williams, la campionessa di nuoto e attrice statunitense che fece sognare milioni di spettatori con i suoi film musicali e le sue straordinarie coreografie. La celeberrima attrice dettò una vera e propria tendenza quando apparve in uno dei suoi spettacolari musical La sirena del circo (1951) con costumi da bagno scintillanti e scollati, sfoggiando cuffie da mare di ogni tipo: dai semplici modelli monocolore a quelle adornati da graziosi fiorellini. Ma il vero boom commerciale di questa tipologia di cuffie si ebbe tra gli anni ‘50 e ’60, quando iniziarono ad essere realizzate con materiali più confortevoli e soprattutto più eleganti da indossare.

Chicche di stile: le intramontabili cuffie da bagno

Con l’avvento dei primi bikini, anche le superfici delle cuffie incominciarono ad evolversi e furono messi in vendita i modelli goffrati, con stampe o disegni in rilievo o i famosi modelli ricoperti di petali e fiori variopinti o monocromatici. Ed è proprio quest’ultimo modello che continua ad essere molto in voga anche nei giorni nostri, specialmente per chi non intende separarsi dallo stile vintage che richiama quegli anni.  Se si desidera riproporre il classico stile delle pin up anni ‘50 con costumi a vita alta e graziose cuffie con motivi floreali, perché rinunciare a questo look super chic, che riesce sempre ad adattarsi alle mode del momento, nonostante abbia alle spalle anni di storia?

Photo Credits: Twitter/Youtube