Ti sei pentito di aver fatto quel tatuaggio? Nessun problema: come rimuoverlo in sicurezza e quanto costa

Cosa fare se ti sei pentito di un tatuaggio fatto oppure se non ti piace più? Puoi rimuoverlo in sicurezza, ecco a che prezzo. 

La rimozione dei tatuaggi è un processo che negli ultimi anni ha visto notevoli avanzamenti tecnologici, rendendo possibile ciò che una volta era considerato permanente. In questo articolo, esploreremo il metodo di rimozione dei tatuaggi tramite l’uso del laser, con un focus particolare sulla tecnologia Qantasystem Qplus.

Rimozione tatuaggio, come farlo in sicurezza e i costi
Ti sei pentito di aver fatto quel tatuaggio? Puoi rimuoverlo in sicurezza, con questi costi – Velvetstyle.it / Credits: Canva.it

Il trattamento laser rappresenta oggi la soluzione più efficace e sicura per chi desidera eliminare un tatuaggio. Grazie agli sviluppi recenti in questo campo, è possibile intervenire su disegni di varie dimensioni e colori con risultati sorprendenti. Il sistema Qantasystem Qplus si distingue per la sua capacità di trattare non solo i tatuaggi in inchiostro nero ma anche quelli realizzati con colori precedentemente difficili da rimuovere come il rosso, il verde e il celeste.

Come rimuovere un tatuaggio in sicurezza: tempi e costi

Durante il trattamento, il paziente è sottoposto all’azione del laser che agisce direttamente sul pigmento del tatuaggio. Questo processo non provoca un dolore intenso. Infatti, molti pazienti riferiscono di avvertire solo un leggero fastidio, paragonabile a un pizzicotto. Per aumentare ulteriormente il comfort durante la seduta, viene spesso utilizzato un getto di aria fredda.

Uno degli aspetti più affascinanti del trattamento laser è l’effetto popcorn: si tratta dello scoppiettio prodotto dal pigmento sotto l’azione del laser. Questo fenomeno fotoacustico indica che il pigmento sta effettivamente venendo frammentato e quindi rimosso dalla pelle. Un indicatore importante dell’efficacia del trattamento è il biancamento della zona trattata subito dopo l’applicazione del laser. Questa reazione dimostra che l’inchiostro sta reagendo al trattamento ed è una buona indicazione che la procedura sta procedendo nel modo giusto.

Nonostante l’avanzata tecnologia impiegata, la rimozione completa di un tatuaggio richiede più sedute. Un singolo appuntamento può mostrare risultati significativi specialmente su tatuaggi grandi. Tuttavia, per eliminare completamente l’inchiostro dalla pelle sono necessarie diverse sessioni distanziate tra loro da circa 60 giorni ciascuna. Questa gradualità permette alla pelle di riprendersi tra una seduta e l’altra ed assicura una rimozione efficace dello strato dopo strato dell’inchiostro depositato sotto la superficie cutanea.

Puoi rimuovere un tatuaggio in tutta sicurezza con queste alternative
Costi e metodi per rimuovere un tatuaggio – Velvetstyle.it / Credits: Canva.it

Optare per la rimozione di un tatuaggio attraverso questa tecnologia avanzata offre numerosi vantaggi: minor dolore rispetto ad altri metodi tradizionali come dermoabrasione o chirurgia incisionale, capace di eliminare colorazioni precedentemente difficili da togliere, tempi rapidi sia della singola seduta sia dell’intero processo se confrontato con altre tecniche meno evolute.

Tuttavia, è fondamentale affidarsi a professionisti qualificati nel settore della dermatologia estetica o centri specializzati nella rimozione dei tatuaggi con laser per garantire non solo i migliori risultati possibili ma anche per minimizzare rischi ed effetti collaterali associati al trattamento come iper-pigmentazione o ipopigmentazione temporanea della zona interessata.

Inoltre, prima di intraprendere questo tipo di procedura è importante avere aspettative realistiche riguardanti i risultati finali poiché vari fattori come le dimensione del tatuaggio originale, i coloranti utilizzati ,la profondità dell’inchiostro nella pelle possono influenzare sia il numero delle sedute necessarie sia l’aspetto finale della pelle post-trattamento.

Impostazioni privacy