Cangiari, il brand calabrese che sta conquistando il mondo

Cangiari, il marchio di moda bioetico del gruppo cooperativo Goel si internazionalizza e spalanca le porte a Parigi e New York. Gli accordi non sono ancora stati resi ufficiali, ma dopo la partecipazione alle passarelle romane di haute couture Vincenzo Linarello, presidente di Goel, lascia trapelare qualche dettaglio dimostrandosi molto ottimista.

Ad Alta Roma è stata presentata una nuova collezione e a proposito dei tessuti  utilizzati, merceologia nel quale il marchio è specializzato, Lionarello ha dichiarato al Quotidiano della Calabria: “Dagli esordi ad oggi la scelta del biologico ci aveva costretti ad un sacrificio sui colori. Ostacolo finalmente superato grazie alla nuove tintorie biologiche. Non siamo più condizionati dai soliti bianchi e grigi”. Le tinte utilizzate sono state infatti quelle del blu notte, del rosa e del verde. Importante anche il recupero della tradizione con la tessitura effettuata per mezzo dei telai a mano.

Il brand, in continua espansione, si sta aprendo sempre più a nuovi mercati, sia nazionali che esteri. A Milano lo show room di Cangiari è in viale Montesanto; a Marina di Gioiosa Ionica si trova l’atelier sartoriale mentre a Gerace l’opificio dei telai a mano. Oltre che nei multimarca di tutta Italia, Cangiari è anche on line su Yoox.com, mentre in fase di restyling è il proprio portale di vendita Cangiari.com. Una realtà che ha ridato respiro alla tradizione e lavoro in Calabria. La filiera coinvolge diverse cooperative sociali: una si occupa della tessitura a mano, l’altra dell’atelier sartoriale; diverse sono impegnate nel confezionamento ed una si dedica unicamente alla comunicazione. Tutte socie di Goel, naturalmente.

Fonte: www.ilquotidianoweb.it

Impostazioni privacy