A Londra apre il primo negozio di moda islamica: è il “modest fashion”

A Londra la prima boutique firmata Aab, il brand di abbigliamento di moda islamica fondata nel 2007. Otto anni dopo arriva il primo negozio fisico nella parte Est di una delle city più cosmopolite. Il giorno di apertura, oltre 2.000 clienti si sono messe in fila per acquistare i capi Aab. Le collezioni della maison islamica popongono mantelli, hijab di lusso e abiti pensati per il giorno. Aab crea capi originali seguendo la filosofia del “modest fashion”: i progettisti si ispirano alle tendenze della moda globale rispettando i precetti dell’Islam. Alle clienti, poi, viene offerta anche la possibilità di avere capi su misura o in limited edition.

Siamo molto contenti – ha detto il direttore creativo di Aab, Nazmin Alim – di essere in grado di lanciare il primo negozio fisico per i nostri clienti a Londra. È un mercato chiave per noi, nonché uno dei più importanti centri internazionali di moda. Questo negozio rappresenta una manifestazione fisica di Aab e ci permetterà di presentare la qualità premium del marchio in un ambiente curato in cui i clienti saranno in grado di vedere, toccare e sentire i nostri prodotti“.

LEGGI ANCHE COTTON USA, L’INTERPRETAZIONE DEI CODICI DI ABBIGLIAMENTO

Gli addetti ai lavori sostengono che il mercato della moda nel Regno Unito potrebbe valere 100 milioni di sterline all’anno con clienti provenienti a America, Canada, Malesia, Indonesia e Medio Oriente. Per questo motivo Aab propone diverse collezioni che vanno dall’abbigliamento da giorno a quello per l’ufficio, dagli abiti pensati per le occasioni speciali ai capi premaman. E poi gli accessori: bracciali, anello, collane e anche le spille per appuntare l’hijab. L’azienda ha annunciato che l’apertura dello store di Londra è solo l’inizio di un progetto che si prefigge, nei prossimo tre anni, di trafsormare le boutique in giro per il mondo in “centri finanziari e della moda internazionale”.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy