Come scegliere la cipria più adatta al tuo volto: pelle grassa o secca? Ecco qual è quella giusta per te

Tra i prodotti must have dell’estate troviamo sicuramente la cipria, fondamentale per opacizzare il viso e combattere l’effetto lucido.

Quando parliamo della cipria, facciamo riferimento ad un prodotto che in realtà svolge innumerevoli funzioni dal punto di vista del mantenimento del make-up. Oltre a fissare il fondotinta e il correttore infatti, garantendo la durata del trucco, questa polvere magica ci permette di levigare ed uniformare l’epidermide, nascondendo i temuti pori e contrastando il famoso effetto lucido. Si trasforma dunque in un vero e proprio articolo beauty must have per l’estate.

Nella stagione calda, la produzione di sebo aumenta. Questo non solo contribuisce a danneggiare la base make-up che abbiamo applicato, ma comporta anche una manifestazione oleosa nella famosa zona T. Si tratta di un effetto collaterale anti-estetico, che rende vani gli sforzi di fronte allo specchio. La cipria diventa quindi fondamentale, proprio perché ci permette di apparire in ordine, illuminate e al contempo levigate anche laddove dovessimo soffrire particolarmente il caldo.

E’ possibile trovare il prodotto in polvere oppure con formulazione compatta. In base a questo, occorrerà modulare il metodo di applicazione: con il pennello per un effetto più leggero, con la spugnetta per maggiore resistenza e opacizzazione ed infine con la beauty blender inumidita per ottimizzare il suo effetto. Ogni pelle però necessita di un prodotto specifico, pensato per le condizioni dell’epidermide del viso.

Cipria, prodotto must have dell’estate: come scegliere la formulazione adatta a noi

In commercio esistono tre formulazioni associate alla cipria: opacizzante, trasparente ed illuminante, ognuna di loro va associata ad un tipo di pelle specifico. Partendo dunque dalla pelle grassa, la formulazione consigliata oscilla tra la cipria trasparente ed ovviamente opacizzante. La produzione di sebo infatti rende lucida l’epidermide, per cui l’applicazione della cipria illuminante non farebbe altro che aumentare tale effetto anti-estetico. Potete dunque utilizzare la formula opacizzante d’estate, mentre la polvere trasparente di inverno.

Come applicare la cipria
Attenzione: questo è il modo giusto di applicare la cipria – velvetstyle.it

In caso di pelle secca è consigliato utilizzare la cipria trasparente (oppure illuminante, laddove vogliate dare un tocco di luce all’incarnato), in quanto la sua formulazione risulta particolarmente leggera e dunque non andrà a seccare ulteriormente la pelle. La cipria opacizzante in questo caso è altamente sconsigliata, perché eccessivamente invasiva per la pelle già disidratata.

Infine, laddove presentiate una pelle mista dovrete creare la combo perfetta di applicazione: cipria compatta e opacizzante sulla zona T; trasparente sul resto del viso. Se non volete acquistare troppi prodotti, vi consigliamo di prediligere la cipria trasparente, adatta fondamentalmente a tutti i tipi di pelle.

Ad ogni modo, qualsiasi sia il prodotto che intendete utilizzare, vi ricordiamo di non abusarne. Applicare quantità irragionevoli di cipria sul volto potrebbe comportare l’occlusione dei pori, con la conseguente formazione di acne e dermatiti.

Impostazioni privacy