Mauro Corona, e il dramma della sua infanzia: “Non ho mai…”. La confessione fatta alla Berlinguer

Il ricordo d’infanzia di Mauro Corona è commovente, Bianca Berlinguer lo lascia parlare e lui si sfoga raccontando tutto.

Il trasloco è già iniziato da qualche tempo: Bianca Berlinguer cambia casa e Mauro Corona la segue, come un fido scudiero. A Mediaset gongolano per aver scippato la coppia calamita d’ascolti alla Rai e preparano una nuova stagione che si prospetta infuocata. Lo spot promozionale è stato già diffuso ed ha fatto il giro del web.

Della figura dello scrittore montanaro si sono innamorati i telespettatori e difficilmente la conduttrice di Cartabianca avrebbe potuto lasciarlo a casa per la nuova avventura. Il loro è un sodalizio che va avanti da anni ormai, su RaiTre hanno fatto incetta di share con dibattiti incendiari.

Prima di diventare ospite fisso nel suo programma, Mauro Corona è stato la penna di diversi bestseller tra i quali ricordiamo la raccolta di racconti intitolata Il volo della martora e i suoi primi due romanzi Le voci del bosco e L’ombra del bastone. Non solo, perché è anche abile scultore oltre a essere appassionato di alpinismo – ha aperto circa trecento vie di arrampicata nelle Dolomiti friulane. In uno dei suoi interventi in Rai ha inoltre rivelato una curiosità sulla sua infanzia.

L’era di Bianca Berlinguer su Mediaset è già iniziata

Gli inglesi lo chiamerebbero sneak peek, ovvero un piccolo assaggio di ciò che sarà la nuova trasmissione di Bianca Berlinguer all’ombra del Biscione. Dai piani alti di Mediaset puntano tutto su di lei, sicuri che possa essere al timone di una rivoluzione vincente. Il nuovo palinsesto la vede protagonista, la conduttrice fuoriclasse che dopo trent’anni di Rai ha fatto le valigie ed è partita per Cologno Monzese.

Le parole scelte con cura, una dichiarazione d’intenti che non lascia spazio a tante interpretazioni. Fa parte della sua natura, pochi giri di parole e schiettezza a ogni costo: “Arriva il momento in cui si sente di dover cambiare”, esordisce con voce sicura e sguardo in camera, poi aggiunge: “Sono sempre io con la mia squadra, i miei ospiti, le domande, le curiosità, le storie che avete imparato a conoscere in questi anni”.

Bianca Berlinguer spot Mediaset
Bianca Berlinguer nello spot del nuovo programma di Rete4 – velvetstyle.it (fonte foto Twitter @yosoyelfanal)

Non è un discorso di rottura, chiaramente. Bianca Berlinguer si rivolge al proprio pubblico, come per tranquillizzarlo del fatto che in fondo non è cambiato nulla – manca da svelare solamente il nome. E come poteva dimenticare il suo Sancho Panza? Lo nomina nel breve spot che è rimbalzato sui social e nelle redazioni dei giornali: “Mauro Corona sarà dei nostri? Lo scoprirete presto, anzi prestissimo” e infine lancia l’appuntamento: “Vi aspetto, sempre di martedì, sempre alle 21.25, su Rete4”.

Si sofferma su quel ‘sempre’ e solletica la curiosità. In realtà è risaputo che il montanaro sarà presente anche nella sua prossima trasmissione. La conferma era arrivata da più fonti, una tra tutte, la più autorevole, quella dell’ad Pier Silvio Berlusconi, che ne aveva promosso la candidatura. Il pubblico freme in attesa di nuovi racconti commoventi come quello dell’anno scorso, in cui Corona parlò della sua infanzia.

Mauro Corona commuove tutti raccontando il suo dramma

Di invettive firmate Mauro Corona ne abbiamo viste tante dalla terza stagione di Cartabianca in poi – è subentrato come ospite fisso solo nel 2018. Tutto era nato dalla polemica della settimana su Peppa Pig, era il 2022, e nella trasmissione in onda su RaiTre si discuteva della possibile censura da parte del Governo del celebre cartone animato.

Il motivo? Dopo 18 anni di trasmissione in una delle puntate appare una coppia omosessuale, il terremoto che ne è seguito ancora riecheggia. Tanti esponenti di diversi partiti e movimenti si erano schierati a favore del taglio della puntata che non sarebbe mai dovuta finire sul piccolo schermo. Contro la censura, sia nel caso specifico sia in generale, si era scagliato l’opinionista.

Mauro Corona infanzia
Il montanaro di CartaBianca contro la censura – velvetstyle.it (fonte foto Instagram @maurocorona)

Lo scrittore aveva attaccato la classe politica, rea di trasmettere alle diverse classi sociali un sentimento di paura destabilizzante: “Le forze politiche devono rendersi conto di una cosa: non si rivolgono solo agli intellettuali quando parlano ma anche alla gente comune che lavora dalla mattina alla sera nei campi, nelle officine. Perché dobbiamo indottrinarli alla paura? Spaventare la gente con queste mosse per attirare voti non mi piace”.

Le ripercussioni più drastiche sui più piccoli: “Tutti hanno diritto a essere felici almeno un po’, il minimo indispensabile. Che sia con dieci padri o con dieci madri. Perché continuiamo a dire che devono avere solo un papà e solo una mamma? Perché non possono averne due di ognuno?”. Infine la chiosa sulla sua di infanzia: “E allora cosa dovrei dire io che non ho avuto né un padre né una madre? Cosa avrei dovuto fare? Magari qualcuno a quei tempi mi avesse adottato. Avrebbe portato un po’ di calore umano, un po’ di affetto, un po’ d’amore”.

Impostazioni privacy