Spese di asilo, come fare domanda per i 500 euro e chi può richiederli

Sostegno per le famiglie italiane. Questo uno dei banchi di prova per l’attuale esecutivo. I prossimi mesi saranno decisivi.

Il Governo prova a mettere a segno una serie di operazioni, specifiche misure che possano più che mai risultare decisive per le numerose famiglie italiane che oggi stentano ad arrivare a fine mese e non solo. Il momento è delicato e c’è bisogno di curare determinati aspetti legati proprio alle famiglie.

La crisi che avanza inesorabile negli ultimi anni ha messo seriamente in difficoltà i nuclei familiari. L’aumento dei prezzi legati a beni di prima necessità, servizi e quant’altro non ha fatto altro che aumentare quelle che già in passato si sarebbero potute definire problematiche importanti.

Cosi come anticipato non sono poche le famiglie che non riescono ad arrivare a fine mese. Tutto è aumentato negli ultimi mesi, tranne gli stipendi dei lavoratori. Le difficoltà sono più che mai diffuse, anche per chi mediamente può dire di percepire uno stipendio dignitoso.

Spese di asilo: pronto il bando di concorso pubblico Inps

Uno specifico bando è pronto quindi a correre in soccorso delle stesse famiglie italiane. Il fine è molto semplice ed è tutto rientrato a dare sostegno a quelle che sono le classiche spese di una famiglia con figli, in questo specifico caso.

Un nuovo bando, insomma, pubblicato direttamente da Inps e che consentirà a numerose famiglie di ricevere un sostanzioso aiuto per quel che riguarda la gestione delle spese inerenti nello specifico l’asilo nido. Una operazione che di certo farà felici milioni di persone.

Di questi tempi, cosi come precedentemente anticipato, tutto è diventato fortemente insostenibile. I cittadini, appartenenti o meno a nuclei familiari numerosi, non riescono a reggere sempre bene l’urto degli aumenti dei beni alimentari, delle tasse, dei servizi.

Cosa prevede la misura

Con il passare degli anni, aumenti o meno, crescono in numero le diverse spese da sostenere per una famiglia. Pensiamo proprio a quanto sviluppato di recente dallo stesso istituto di previdenza sociale italiano. Sempre più famiglie hanno bisogno di avere dalla loro contesti come asili nido o anche campi estivi alla fine dell’anno scolastico.

Struttura per l'infanzia
Bonus asilo nido: come poterlo ottenere – velvetstyle.it

Di questi tempi c’è bisogno del massimo sostegno in famiglia per affrontare al meglio il costo stesso della vita. Nella maggior parte dei casi, ormai, entrambi i coniugi lavorano e di conseguenza il tempo da dedicare ai figli eventualmente piccoli si riduce.

Proprio per questo motivo, realtà come l’asilo nido o il campo estivo diventano di fondamentale importanza per le famiglie. E per la stessa ragione lo Stato interviene proprio per rendere meno “forte” l’impatto di tali ulteriori costi sul bilancio familiare.

Contributi fino a 500 euro per i nuclei familiari

Il bando in questione promosso dall’Inps ha specifiche varianti e chiaramente punta ad alleggerire quelli che sono i costi che in un modo o in un altro una famiglia è obbligata a sostenere per una gestione più che mai funzionale. Specifiche eccezioni sono presenti in alcuni casi.

bonus asili nido
Nuove misure adottate dal Governo per l’asilo nido – velvetstyle.it

Il bando, si diceva, prevede particolari eccezioni, rispetto alla visione che potrebbe riguardare la classica tipologia di famiglia, curata in altre specifiche misure sempre promosse da Inps. Tale specifica operazione prende in considerazione un sostegno a figli o orfani di:

  • dipendenti e pensionati del Gruppo Poste Italiane Spa;
  • dipendenti e pensionati iscritti alla Gestione Postelegrafonici sottoposti alla trattenuta mensile dello 0,40% ex art. 3 L. 208/1952.

Duecento i contributi previsti per il rimborso delle spese riguardanti l’iscrizione e la frequenza di un asilo nido nell’anno 2022/2023. L’importo massimo del contributo previsto è di 500 euro. Escluse dal rimborso realtà integrative allo stesso asilo nido, per esempio centri estivi, ludoteche, pre-scuola e quant’altro.

Come presentare la relativa domanda

Una misura specifica che andrà a riguardare un altrettanto specifico contesto. Un ulteriore aiuto da parte dello Stato per quanti rientranti in una specifica condizione. Per presentare domanda per il sostegno in questione bisogna essere in possesso di SPID, CIE o CNS.

Presentare la domanda per il bonus specifico, per quanti, come anticipato, aventi diritto alla stessa misura è piuttosto facile. La richiesta può essere presentata esclusivamente online attraverso la specifica piattaforma web di Inps. Prima di presentare la stessa richiesta il soggetto richiedente dovrà aver presentato la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) per la determinazione dell’ISEE.

Per cercare la specifica voce sul portale Inps e quindi effettuare la richiesta bisognerà digitare la specifica chiave: “Contributo per il rimborso delle spese per asili nido Gestione Fondo IPOST”. Tutta la documentazione richiesta, IBAN compreso dovrà essere presentata in chiave di compilazione della stessa domanda.

La richiesta di adesione alla misura potrà essere effettuata a partire dal 1°agosto 2023 fino alle ore 12,00 del 31 ottobre 2023. Una ulteriore “mano” per le famiglie da parte dello Stato, insomma, in un momento storico molto delicato e incredibilmente incerto.

Impostazioni privacy