Quanto costa mangiare presso il ristorante di Carlo Cracco nella Galleria di Milano? Tutti i prezzi

Mangiare presso il ristorante di Carlo Cracco nella Galleria di Milano è il sogno di molti, ma è realizzabile? Ecco i costi previsti.

Carlo Cracco è certamente uno degli chef più apprezzati del nostro Paese, che ha potuto imparare da uno dei più grandi, Gualtiero Marchesi, che ha trasmesso in lui la capacità di puntare sulla creatività nella realizzazione dei suoi piatti. Puntare sul gusto è certamente importante, ma lo è altrettanto mettere sulla tavola qualcosa che sia piacevole da vedere e che invogli ad essere accettato.

Un binomio che apparentemente sembra difficile da realizzare, ma non per uno come lui, abituato a “sgobbare” tra i fornelli, con la consapevolezza di come i sacrifici possano essere ripagati solo con grande fatica. Ed è questo che lui cerca di trasmettere a tutti i componenti della sua brigata, giovani e non solo.

Da qualche tempo chi ha il desiderio di mangiare da lui almeno una volta può farlo in una delle location più suggestive di Milano, la Galleria Vittorio Emanuele, situata a due passi dal Duomo, dove la vista che si può ammirare è di quelle davvero da sogno. Insomma, l’ambiente ideale per trascorrere una serata all’insegna del romanticismo o per fare la fatidica proposta al proprio amore, in modo tale che il ricordo di quel momento resti impresso per sempre nella mente.

Costa davvero tanto mangiare presso il ristorante di Carlo Cracco in Galleria a Milano?

È capitato con ogni probabilità almeno una volta a tutti di sedersi a un bar per prendere un caffè nel centro di una delle città più importanti d’Italia e di essersi poi pentiti di averlo fatto, nonostante la vista suggestiva che si aveva davanti. Il motivo non è difficile da immaginare! In location di quel tipo, infatti, si finisce per pagare di più rispetto alla concorrenza a causa del posto rinomato. A quel punto, pagare il conto è inevitabile, ma forse ci si potrebbe pensare più di una volta se ritornare a distanza di tempo.

Carlo cracco prezzi ristorante
Quanto costa mangiare da Carlo Cracco a Milano? Credits: instagram @carlocracco (velvetstyle.it)

Un ragionamento simile non può che essere valido anche per una delle realtà più importanti di Milano, il ristorante di Carlo Cracco, situato in Galleria Vittorio Emanuele, a due passi dal Duomo e a poca distanza dai punti vendita dei marchi di alta moda più apprezzati anche all’estero. Non può che essere inevitabile pensare che il menù abbia costi non del tutto abbordabili, almeno per le tasche di molti di noi. Se non ci si vuole pentire della scelta fatta dopo avere concluso la cena, è bene quindi riflettere bene prima di prenotare un tavolo.

L’idea dello chef vicentino, soprattutto in virtù della posizione scelta, è stata quella di proporre piatti tipici della cucina milanese, ma rivisitati con il suo celebre tocco. Non si può quindi pensare di sedersi a un tavolo e mangiare un semplice risotto allo zafferano o una cotoletta alla milanese, ma qualcosa di differente e che raramente si può assaggiare da altre parti.

Nel suo menu non manca anche un tocco della tradizione, rappresentato dal cibo italiano per eccellenza, la pizza margherita. Anche questa, però, non è di sicuro paragonabile a quella che si può prendere in un locale da asporto. Di questa e del suo costo si è parlato spesso anche in Tv e sui social ed è disponibile a 25 euro, giustificati da un aspetto che è comunque diverso da quello a cui molti di noi possono essere abituati.

Vediamo quindi di fare qualche esempio per farsi un’idea più precisa e capire se ci si può organizzare per prenotare. Il risotto allo zafferano è disponibile, ma con la presenza del midollo ala piastra e ragu di fegatini ha un costo di 38 euro. Tra i primi piatti più prelibati ci sono poi i ravioli pizzicati ripieni di melanzane, pomodoro fresco, stracciatella e maggiorana e le linguine al ragù di crostacei, lime e dragoncello, disponibili rispettivamente a 26 e 28 euro.

Per quanto riguarda i secondi, invece, è possibile scegliere a seconda dei propri gusti personali tra carne e pesce. Nel primo caso troviamo il vitello alla milanese, maionese ai peperoni, friggitelli e cicoria a 30 euro. Nel secondo caso, si può scegliere tra pescato del giorno arrosto, carote e crescione o coda d’astice, zucchine trombetta e salsa allo zafferano, che hanno rispettivamente un costo alla carta di 32 e 40 euro.

Carlo Conti ristorante Milano menù
Menù e prezzi del ristorante di Carlo Cracco a Milano – Foto: ANSA – Velvrtstyle.it

Questi prezzi, però, è bene precisarlo, sono quelli previsti per mangiare al piano terra nella caffetteria bistrot con accesso diretto dalla Galleria Vittorio Emanuele II, ideale ad esempio quando le temperature della città non sono ancora rigide. Il costo sale invece qualora ci si addentrasse nelle altre sale del ristorante, pur potendo contare su una scelta maggiore di pietanze.

Tra le opzioni che fanno inevitabilmente lievitare l’importo presente sullo scontrino (di cui si è parlato spesso anche al Tg) possiamo poi citare il salmerino delle Alpi in crosta di sfoglia speziata con salsa di melagrana (servito per 2 persone), che ha un costo di 130 euro. E il trancio di pescato alla brace, cime di rapa e mandorle abbrustolite a 50 euro. Non poteva mancare anche qualcosa che era stato fatto preparare anche in occasione della sua esperienza a “Masterchef”, ovvero il petto di piccione in crosta di cacao con funghi, Varnelli e fichi secchi (servito per 2 persone) a 130 euro.

Il menu degustazione e l’ampia scelta di vini

Tra le opzioni disponibili presso il ristorante milanese di Carlo Cracco c’è anche quello che viene definito “menù degustazione“, che consente di assaporare un vero e proprio menù, che va dall’antipasto al dolce, per provare alcuni dei suoi piatti migliori. Il costo è in genere di 150 euro a persona e comprende 5 portate con calici di vino in abbinamento.

Trovarsi sul posto può essere un’opportunità anche per provare alcuni dei vini prelibati, che sono stati selezionati con attenzione dallo chef.

Al piano inferiore troviamo la Cantina, caratterizzata da vetrine in legno d’abete, dove sono presenti più di 10mila bottiglie e 2mila etichette, prevalentemente di origine italiana e francese: si può scegliere tra sorseggiarle sul momento e acquistarle per berle a casa, magari in compagnia di amici e familiari.

ristorante carlo cracco menù degustazione
Cosa consiste il menù degustazione nel ristorante di Carlo Cracco a Milano. Credits: Ansa Foto (velvetstyle.it)

Davvero suggestiva poi l’atmosfera che si respira accedendo alla Galleria Cracco, realizzata con la collaborazione di Cantine Ferrari e Sky Arte, che unisce arte e cucina, due sue grandi passioni,

Nonostante i costi non siano certamente alla portata di tutti, sono tante le persone che aspirano a provare almeno una volta a vivere l’esperienza di pranzare o cenare presso il ristorante di Carlo Cracco in Galleria Vittorio Emanuele a Milano. È proprio per questo che se si vuole avere la garanzia di trovare posto sarebbe bene muoversi in anticipo per la prenotazione, che può essere eseguita compilando il form online sul sito del locale. Qui si trovano anche tutte le procedure da seguire per il pagamento.

Chi non è sicuro di poterci essere non dovrebbe compiere l’operazione in fretta e furia, specialmente se non vuole causare danni ai gestori. In caso di problema o impedimento grave, si può comunque comunicare la disdetta inviando una email all’indirizzo con oggetto “Cancellazione”.

Non c’è comunque niente di male nel chiedere attraverso una telefonata se siano disponibili promozioni di cui è possibile usufruire, spesso vengono previsti in particolari periodi dell’anno.

Impostazioni privacy