Sigaretta, scienziato la analizza al microscopio: “Cosa c’è dentro, cosa succede ai tuoi polmoni”

L’esperimento condotto da una seguitissima pagina social è l’ennesima dimostrazione di come il fumo sia altamente dannoso

Quello del fumo è un vizio che a oggi è ancora difficile da debellare. Il tabagismo, infatti, sta resistendo anche all’avvento delle sigarette elettroniche, che – secondo le previsioni – avrebbero dovuto spazzarlo via nel giro di pochi anni. Nemmeno le indagini condotte dagli esperti o le campagne di sensibilizzazione pare possano intaccarlo.

Una delle pagine più seguite di TikTok di recente ha pubblicato un piccolo esperimento, accogliendo la richiesta arrivata da uno degli utenti. Le immagini sono impressionanti, mostrano cosa succede davvero ai polmoni quando si inala il fumo prodotto dalle bionde. Stesso discorso vale anche per le e-cig, nonostante la nocività sia dichiaratamente minore.

Proprio su queste ultime si stanno concentrando tanti studi negli ultimi anni, uno su tutti quello fresco di pubblicazione dell’Hollings Cancer Center che è riuscito a dimostrare come anche se i danni arrecati al corpo rimangano, possano essere utilizzate con successo per sconfiggere definitivamente la dipendenza.

Sigarette elettroniche utili per smettere, la ricerca dagli USA

Si tratta della ricerca più importante condotta finora sulla materia. Il team di ricerca a stelle e strisce dell’Hollings Cancer Center dell’Università di Medicina della Carolina del Sud in collaborazione con Dipartimento di Medicina Interna dell’Università Statale dell’Ohio, l’Università Statale del Tennessee Orientalee, il Centro per la ricerca sul tabacco di Columbus e del Roswell Park Comprehensive Cancer Center di Buffalo ha provato a studiarla a fondo come mai nessuno aveva fatto. Gli sforzi sono stati ampiamente ripagati visto che la rivista scientifica eClinical Medicine ha deciso di pubblicarla.

fumo sigaretta elettronica
L’utilizzo della sigaretta elettronica può aiutare a smettere di fumare, lo dice uno studio condotto negli Stati Uniti – velvetstyle.it

Un’indagine che il coordinatore del progetto, il professor Matthew J. Carpenter, definisce naturalistica, nel senso che è stata condotta in modo da avvicinarsi il più possibile a quello che è il mondo reale dei fumatori. Ne sono stati coinvolti in totale 640 provenienti da diverse città americane. A una metà è stata consegnata una sigaretta elettronica con circa 30 serbatoi per le ricariche mentre all’altra no – in parole povere a questi ultimi è stato chiesto di smettere di fumare solo per forza di volontà.

I risultati sono sconvolgenti: nel primo gruppo i dati parlando di una propensione maggiore all’abbandono della sigaretta rispetto al secondo. Gli esiti erano stati già ipotizzati su carta ma ottenere un riscontro così vicino alla teoria ha sorpreso anche gli stessi esperti, come racconta il professor Carpenter: “È raro che ciò che hai solamente supposto prima di un esperimento combaci alla perfezione con la realtà. Le risposte che abbiamo ricevuto dallo studio sono nette, chiarissime. Coloro che hanno avuto modo di affidarsi alle sigarette elettroniche hanno sopportato meglio l’astinenza e per periodi più prolungati, oltre a un danno considerevolmente ridotto, rispetto agli altri”.

Nuove indicazioni quindi su come sfruttare positivamente quello che deve essere utilizzato solamente come strumento per liberarsi dalla dipendenza. Non si tratta assolutamente di un rimedio né di una “panacea per smettere di fumare” ma di un tramite, un ponte per non essere più schiavi del fumo. “Non stiamo dicendo che le sigarette elettroniche facciano bene o che i ragazzi debbano usarle. Tuttavia, non dovremmo negare una possibilità in più per smettere ai fumatori adulti”, ha dichiarato il docente.

Ecco cosa succede ai polmoni se fumi: l’esperimento

Micro_mondo l’account Tiktok specializzato in osservazioni al microscopio è stato interpellato sulla questione del fumo. Un utente azzarda la richiesta: “Ci fai vedere cosa succede a un fazzoletto se attraversato dal fumo di una sigaretta?” e l’admin risponde prontamente. Quello che accade dopo l’esperimento è assurdo, farà smettere di fumare più di qualche persona.

effetti sigaretta
Cosa succede dopo aver fumato una sigaretta: gli effetti sul fazzolletto. Credits: Tik Tok @micro_mondo (velvetstyle.it)

Prima viene osservato attraverso le lenti un filtro ‘pulito’ ovvero l’estremità di una sigaretta spenta. Tramite l’occhio del microscopio si intravedono i filamenti di cui è composto e niente di più. Dopo aver fumato, gli stessi filamenti appaiono in parte ingialliti dal tabacco e in parte completamente carbonizzati.

Infine il desiderio di uno dei follower viene esaudito, il fazzoletto subisce la stessa sorte del filtro (prima pulito, poi ingiallito). La conclusione di micro_mondo non lascia spazio a repliche di alcun tipo: “Il fumo uccide”, scrive in sovrimpressione. Una dipendenza dalla quale è davvero complicato uscire, i fumatori lo sanno bene ed è per questo che molti di loro si stanno rivolgendo negli ultimi anni alle sigarette elettroniche.

@micro_mondo Rispondi a @stefygabrystefy #cosevistealmicroscopio #science #microscopio #cancerogeno #smoking #biology ♬ Epic Music – StudioKolomna

I dispositivi di nuova generazione permettono infatti di ridurre, o almeno pare sia così, i rischi legati al consumo dei prodotti del tabacco. Un recente studio condotto negli Stati Uniti ha ottenuto risposte importanti per quanto riguarda la possibilità di abbandonare definitivamente le sigarette grazie ad essi.

Impostazioni privacy