Malessere e spossatezza forse sei solo disidratato: come capire se stai bevendo troppo poco

I consigli degli esperti, ecco come capire se stai bevendo troppo poco: se senti malessere e spossatezza forse sei solo disidratato. 

Sei a conoscenza del fatto che bere poca acqua può essere molto pericoloso per la tua salute? Ecco come capire se sei disidratato.

Come capire se sei disidratato: attenzione a questi sintomi
Attenzione a questi sintomi, come capire se sei disidratato – Velvetstyle.it / Credits: Canva.it

Bere è fondamentale, lo sappiamo tutti. Ma spesso non siamo consapevoli di quanto sia importante e soprattutto di quanto sia necessario. Spesso capita di dimenticarsi di bere durante la giornata, oppure si fa fatica a berne abbastanza. Questo perché spesso non siamo nemmeno consapevoli del fatto che il nostro corpo ha bisogno di una certa quantità d’acqua al giorno.

Come capire se sei disidratato: i sintomi da non sottovalutare

Se non beviamo abbastanza acqua, infatti, il nostro organismo va incontro a una condizione chiamata disidratazione. Si tratta di un problema molto più serio e diffuso di quanto si possa pensare: secondo i dati dell’Istituto Superiore della Sanità, in Italia solo il 20% degli adulti beve almeno 5 bicchieri d’acqua al giorno (che è la quantità minima raccomandata), mentre ben il 60% ne beve meno di tre.

Per questo motivo l’ISS ha lanciato una campagna informativa volta a sensibilizzare i cittadini sull’importanza dell’idratazione e sulle conseguenze negative che derivano dal bere troppo poco. Se anche tu vuoi sapere come capire se sei disidratato e quali sono i rischi legati alla scarsa idratazione del corpo, continua a leggere questo articolo: ti daremo tutte le informazioni utili per evitare problemi alla tua salute.

Per evitare la disidratazione è fondamentale imparare ad ascoltare il proprio corpo: solo in questo modo potremo intervenire tempestivamente quando manca l’acqua necessaria all’interno del nostro organismo. Ma quali sono i segnali da tenere sotto controllo?

Sei disidratato? Come capirlo
Come capire se sei disidratato: i sintomi e i segnali da non sottovalutare – Velvetstyle.it / Credits: Canva.it

Il primo sintomo della disidratazione è rappresentato dalla sete: quando avvertiamo un certo languore o secchezza delle fauci dobbiamo subito provvedere a bere qualcosa. Ma attenzione perché spesso capita che sentiamo sete soltanto quando ormai abbiamo perso troppi liquidi! Per questo motivo è importante non aspettare troppo prima di reidratarsi. Un altro segnale da tenere sotto controllo riguarda l’apparizione delle prime rughe sulla pelle: quando manca l’idratazione cutanea le fibre collagene ed elastina presenti nel derma perdono elasticità e tonicità, causando la formazione delle antiestetiche grinze.

La bocca secca o appiccicosa costituisce un ulteriore campanello d’allarme; lo stesso vale per gli occhi infossati o con le palpebre pesanti (un chiaro segno della perdita dei liquidi). Anche crampi muscolari improvvisi possono indicare uno stato latente o acuto da disidratazione e lo stesso vale per mal di testa improvvisi o vertigini (la mancanza d’acqua altera anche l’equilibrio).

Infine attenzione ai cambiamenti nella frequenza cardiaca: quando cadiamo in uno stato da ipoidratazione il cuore tende ad accelerare i battiti poiché deve compensare la riduzione del volume ematico causato dalla perdita dei liquidi corporei. In questi casi può capitare anche soffocamento ed affanno durante lo sforzo fisico!

L’idoneità fisica e mentale dipende fortemente dall’idratarci correttamente ogni giorno. Ignorando questi segnali vitali potremmo esporci a rischi seri per la nostra salute generale. Ricordiamoci quindi dell’importanza vitale dell’acqua nel nostro quotidiano. un piccolo gesto come bere regolarmente può fare una grande differenza nel mantenimento della nostra salute e benessere.

Impostazioni privacy