Fashion dolls: le icone glamour (e plastiche) in mostra

fashion dolls

Se avete creduto di possedere le Barbie più alla moda vi state sbagliando di grosso: non avete visto le fashion dolls. Dimenticate la bambola Mattel in versione veterinaria e iniziate a pensarla vestita con abiti d’haute couture, trucco impeccabile e chioma scolpita. Avete provato?  Beh non è ancora abbastanza. Perché la perfezione di queste creaturine è inimmaginabile e la si comprende solo guardando da vicino il make up perfetto e disegnato come fosse un quadro, l’acconciatura elaborata e il vestito griffato, ma non solo per finta, proprio davvero. Sì, perché le fashion dolls sono vere e proprie bambole progettate secondo le tendenze della moda e, nelle varianti più prestigiose, indossano capi Chanel, Dior e Valentino. Nel corso della storia infatti sono stati molti i brand affascinati da questo giocattolo e che hanno voluto omaggiarlo, dedicandogli micro vestiti da far invidia all’armadio di Carrie Bradshaw.

FASHION DOLLS: LE FOTO DELLE BAMBOLE ALLA MODA 

[nggallery id=507 images=4]

 

Se le vostre Barbie, dopo anni di tormenti, sono diventate un po’ sciatte e con la chioma spettinata, quelle da collezione, seppur molto datate, sono invece perfette. Alcuni esempi andranno in mostra dal 1 al 29 settembre al Museo d’Arte del Cappello di Ghiffa (Vb), periodo in cui si terrà appunto una mostra sulle fashion dolls e durante la quale verranno esposte le bambole di “Eloisa Signorelli”. Si tratta di pezzi dalla bellezza sopraffina e, seppur alcune di queste signorine risalgano al 1900, in realtà mostrano ancora oggi il fascino impeccabile dei loro anni migliori: più o meno 20, da almeno 100 anni.

Sebbene le fashion dolls più ricercate siano quelle d’epoca e abbigliate con abiti in stile principesco, non mancano però anche gli esemplari più moderni, come quelli dedicati a Madonna, con tanto di neo e capello biondo boccoloso, e a Amy Winehouse con tatuaggi e crocchia un po’ scomposta sulla testa.

Se appartenete alla categoria di ex bambine che non ha voluto rinunciare ai ricordi dell’infanzia, riponendo ma non buttando le mitiche Barbie, andate a ricercare lo scatolone in cantina perché dopo aver visto queste immagini vi verrà voglia di guardarle dritte negli occhi azzurri e chiedere scusa per i maltrattamenti che gli avete propinato in tenera età. Forse le vostre Barbie non sono glamour come le fashion dolls da collezione ma, con un po’ di restauro, l’animo stiloso che gli avete distrutto risorgerà senz’altro.

Guarda il video del raduno dei collezionisti di bambole:


Foto by Pinterest