Amber Valletta è il nuovo volto di H&M Conscious Collection per la PE 2014

Bella, brava e con un’anima green: Amber Valletta, supermodella americana e attrice di successo, è la nuova testimonial di H&M Conscious Collection, la linea di abbigliamento e accessori ecosostenibile del marchio svedese. La top, che compirà quarant’anni il prossimo Febbraio, prende il posto di Vanessa Paradis, e sarà il volto della Collezione Primavera Estate 2014, che sarà presentata in anteprima a partire dal 10 Aprile.

Dopo che H&M ha annunciato ufficialmente di avere arruolato la modella come ambasciatrice della sua linea che fa del rispetto della natura e dell’impiego di materiali e tessuti a basso impatto ambientale il proprio marchio di fabbrica, Amber si è presentata alla serata-evento HFPA and InStyle’s Celebration of the 2014 Golden Globe Awards Season con indosso un kimono d’oro realizzato in Tencel (un’innovativa fibra ecologica) e in soia organica della nuova Collezione PE 2014, catalizzando l’attenzione dei presenti e adempiendo subito con successo al suo nuovo impegno come volto di H&M Conscious Collection.

Le immagini di lei in versione geisha dorata infatti hanno iniziato a rimbalzare in rete e sui social, facendo crescere la curiosità e l’interesse per la prossima linea ecosostenibile del brand svedese: se quella dello scorso anno era ispirata a uno stile etereo e provenzale, con capi impalpabili e stampe floreali, l’abito indossato da Amber lascia supporre che la prossima, invece, avrà un mood orientale, con suggestioni quasi principesche.

Già testimonial di griffe come Calvin Klein, Louis Vuitton e Versace, la supermodella americana non è nuova a incursioni nel mondo della moda ecosostenibile: a settembre di quest’anno, infatti, Amber ha curato una sua selezione di capi per YOOXYGEN, “il progetto eco-friendly permanente di YOOX Group che mira a sensibilizzare al rispetto dell’ambiente”. Un’esperienza che evidentemente ha sentito nelle sue corde e che ha deciso di replicare con H&M.

Foto by Kikapress

Impostazioni privacy