Harry Winston, il re dei diamanti, apre a Roma in Via dei Condotti. È il primo store in Italia

I diamanti più preziosi e le gemme più rare del mercato portano un solo nome: Harry Winston. È ufficiale: il re dei diamanti – e gioielliere delle star – approda in Italia e sceglie la città eterna per l’apertura del nuovo store monomarca. Il 61A di Via dei Condotti si illumina con un salon di lusso, vetrina di collezioni di gioielli e segnatempo di Harry Winston. Nayala Hayek, CEO di Harry Winston ha dichiarato: “Siamo lieti di annunciare l’apertura del nostro primo salon in Italia. I gioielli Harry Winston celebrano la naturale bellezza e la rarità delle pietre più preziose al mondo e non si può immaginare un luogo più adatto e prestigioso quale Via dei Condotti per esibire le nostre impeccabili collezioni. Con questa inaugurazione desideriamo condividere l’incredibile legame della maison con i nostri nuovi clienti e quelli già esistenti, continuando a rafforzare la presenza della marca nel paese e consolidando la nostra posizione quale brand internazionale”.

Il nuovo store romano trae ispirazione dall’architettura dell’iconico Flagship sulla Fifth Avenue: pezzi di arredamento in bronzo laccato, piani di marmo e candelabri in un mélange di colori sfuma dal tortora al grigio. Da Harry Winston lo shopping è un fatto intimo. La tradizione della casa di gioielli, infatti, prevede che il cliente sia accompagnato per mano (simbolicamente!) nei suoi acquisti: il salon prevede salette private d’acquisto per garantire un’esclusività a 360°.

Dopo New York, Londra, Beverly Hills, Parigi, Tokyo e Shangai, l’azienda leader di alta gioielleria e orologeria arriva in Italia in uno spazio di 800mq del valore di 7 milioni di euro annui. Harry Winston vanta una lunga tradizione. La storia della maison americana narra che una notte, negli anni Quaranta, Harry Winston, rimase incantato dalla neve che scintillava abbagliante su una ghirlanda di agrifoglio appesa alla porta di casa sua. Lì si rese conto della bellezza della natura e della sua somiglianza con i diamanti: i suoi gioielli dovevano far vivere un sogno. Da quell’esperienza sensoriale nacque la tecnica “clustering”: collier, anelli, orecchini e bracciali vengono plasmati come poetiche strutture a tre dimensioni. Così la storia ha dato vita al leggendario Harry Winston.

Foto by Ufficio Stampa

Impostazioni privacy