Brooks Brothers, Tony Goldwyn di Scandal testimonial della nuova campagna [VIDEO]

Tony Goldwyn sarà uno dei testimonial della campagna autunno/inverno 2015-2016 di Brooks Brothers. “Sarà testimonial della collezione autunnale… Quindi preparatevi a foto di Tony versione modello“: queste le parole usate dalla pagina Twitter (@Scandal_Italia) di Scandal Italia (famosa serie tv di cui lui è protagonista) per annunciare la lieta novella. Insieme all’attore troviamo anche i colleghi Christina Hendricks, Geoffrey Arend,Matt McGorry, Joshua Sasse e Yara Shahidi. Goldwyn è molto amato nel nostro Paese soprattutto per il ruolo del Presidente Fitzgerald Thomas Grant III in Scandal. Impossibile dimenticare poi il personaggio del cattivo Carl Bruner nel film cult Ghost – Fantasma del 1990.

Per questo motivo i fan sono felicissimi della notizia. “Ditemi come si fa a non amare quest’uomo”, “Sei bellissimo”, “L’avete visto nella campagna? Lo amo”, “Grazie Brooks Brothers che hai fatto diventare Tony un modello: questi sono solo alcuni dei commenti apparsi in Rete nelle ultime ore. Il brand americano fondato nel 1818 è stato il primo ad offrire abbigliamento prêt-à-porter (basti pensare che persone che hanno fatto la storia come Andy Warhol e i componenti dei Nirvana sono stati influenzati dal marchio), continuando nel corso degli anni a farlo introducendo prodotti che sono diventati iconici. Dalla sua nascita in quel di New York, l’azienda mantiene sempre l’impegno costante di proporre una qualità e dei servizi ai massimi livelli.

Proprio in occasione della New York Fashion Week, invece, è stata presentata la linea primavera/estate 2016 realizzata da Zac Posen, nuovo direttore creativo per abbigliamento femminile, e che ha sempre uno stile preppy. Senza dimenticare che Brooks Brothers è anche lo sponsor ufficiale dell’Inter e che le divise portate dai calciatori hanno proprio la sua firma. Ieri, giovedì 17 settembre, a Milano c’è stato un evento organizzato dal brand alla presenza dei giocatori e che ha messo in subbuglio la città.

Foto by Twitter

Impostazioni privacy