Dolce & Gabbana tra i nuovi “fondatori sostenitori” del Teatro alla Scala di Milano

Domenico Dolce e Stefano Gabbana sono diventati “fondatori sostenitori” del Teatro alla Scala di Milano (per essere soci è richiesto il versamento di ben seicentomila euro in un periodo non inferiore ai cinque anni). La coppia di stilisti ha frequentato sempre questo luogo, tanto che lo scorso gennaio è stata presentata anche la loro stilata di alta moda. Si tratta di un sodalizio artistico che dura da diverso tempo, visto che Dolce & Gabbana sostengono anche gli studi di venti allievi della Scuola di ballo dell’Accademia. “La scelta di diventare ‘fondatori sostenitori’ – hanno dichiarato Domenico e Stefano, come riporta Askanews – è stata la naturale evoluzione di un rapporto ormai consolidato, un gesto d’amore e di riconoscenza a un’istituzione simbolo della cultura italiana in tutto il mondo. Siamo felici di poter dare il nostro supporto, di contribuire alla valorizzazione di un simbolo insostituibile di arte e cultura“.

La loro decisione di garantire alla Scala un sostegno istituzionale sancisce ancora di più il legame: “Il dialogo con le forze produttive e creative – ha aggiunto il sovrintendente Alexander Pereira – che è sempre stato una tradizione e una forza della Scala, si arricchisce così di un nuovo importante tassello. Per questo desidero ringraziare Domenico Dolce e Stefano Gabbana a nome di tutto il nostro Teatro“. La notizia arriva oggi, lunedì 14 dicembre, ovvero nella data in cui si riunisce il consiglio di amministrazione. Non a caso quella di D&G non è l’unica novità. Il loro stesso impegnato è stato preso anche da Kuehne + Nagel, leader del trasporto mondiale e presente in oltre cento Paesi. In questo modo la Scala rafforza il ruolo come portavoce della tradizione musicale italiana a livello globale: “Sostenere il Teatro alla Scala – ha sottolineato Ruggero Poli, amministratore delegato di Kuehne + Nagel – significa diffondere e valorizzare il patrimonio artistico e culturale del più famoso teatro d’opera del mondo, nonché del nostro stesso Paese, creando un connubio di valori ed eccellenze“.

Foto by Twitter

Impostazioni privacy