Paris Fashion Week HC 2016: nel segno dello stile e dell’eleganza

Continuano le sfilate delle grandi griffes alla Paris Fashion Week Haute Couture 2016. Dopo Versace, Dior e Chanel, la sfilata più applaudita è stata quella di Valentino.  

La quarta giornata della Paris Fashion Week Haute Couture 2016 ha visto sfilare sulla passerella, in ordine, MAISON MARGIELA, FRANCK SORBIER, ELIE SAAB, JEAN PAUL GAULTIER, VIKTOR&ROLF, ZUHAIR MURAD e VALENTINO.  Elie Saab ha scelto New York come città simbolo della sua nuova collezione, ricca di abiti sontuosi ed iconici ispirati ai grattacieli della Grande Mela. Drappeggi, chiffon, velluto, paillettes, tulle, piume e lussuosi ricami arricchiscono gli abiti che evocano il contrasto tra la natura e le strutture architettoniche moderne, per un’eleganza che invita al senso di libertà e alla voglia di sognare.

Paris Fashion Week HC 2016: nel segno dello stile e dell'eleganza

Tra le sfilate di spicco Jean Paul Gaultier ha presentato la sua collezione di Alta Moda per l’Autunno/Inverno 2016-2017 in uno stile sontuoso e magnificente, con abiti che prediligono le tonalità scure e richiami retrò. Una sorta di inno alla natura, con abiti che richiamano i colori del muschio e del sottobosco, con allusioni ad un mondo magico di antiche e leggende.

Paris Fashion Week HC 2016: nel segno dello stile e dell’eleganza

La sfilata più attesa e sorprendente è stata sicuramente quella di Valentino, che ha presentato l’ultima collezione firmata insieme da Pierpaolo Piccioli e Maria Grazia Chiuri, che è stata di recente nominata nuovo direttore creativo di Dior. La collezione, in occasione dei 400 anni dalla morte di William Shakespeare, ha voluto celebrare il genio del celebre drammaturgo con abiti in pieno stile elisabettiano coniugato a dettagli punk: gorgiere, stivali dark, patchwork, pelle, pietre dure, piume.

Paris Fashion Week HC 2016: nel segno dello stile e dell’eleganzaI pezzi forti della collezione un cappotto bianco con 574 asole con un nastro di velluto nero effetto ermellino e l’abito da sera di pizzo nero trasparente con il sonetto ricamato sul corpino: Se mi ami, sarò sempre nel tuo cuore, se mi odi sarò sempre nella tua mente. Ogni abito ha un nome, per raccontare una sfaccettatura dell’identità, iniziando da Onore, Segretezza, Fiducia, Invidia, Thanatos, Regalità, Valorosa, Innocenza, Galanteria, Cortesia, Devozione e a seguire tanti altri, per un totale 61 pezzi di pregiata maestria e grande raffinatezza.

Richiamando la celebre citazione shakespeariana: Tutto il mondo è un palcoscenico, e gli uomini e le donne sono soltanto attori. Hanno le loro uscite come le loro entrate e nella vita ognuno recita molte parti – i due stilisti affermano: È stata l’idea del palcoscenico, del teatro di Shakespeare, dove ognuno rappresenta se stesso, emozioni e sentimenti, tutte le sfaccettature dell’animo umano, la nostra fonte d’ispirazione per questa nuova collezione […] Oggi il teatro del mondo è anche Instagram e la lotta per il potere riguarda tutti i sessiUn Medioevo rivisitato in chiave moderna, per una collezione destinata a far parlare di sé a lungo.

Invalid Displayed Gallery

Photo Credits: Twitter

 

Gestione cookie