Cosa succederebbe a Camilla se Re Carlo morisse prima di lei?

Da poco il mondo intero è stato scosso dalla morte della regina Elisabetta, ma adesso c’è un quesito che tutti si stanno ponendo.

Ormai da tempo in Italia la monarchia non esiste più, ma gli italiani sono sempre più interessati a quanto accade nella Royal Family inglese. Di certo, dal canto suo, la famiglia reale inglese non ha mancato di generare interesse grazie anche alle vicende sentimentali dei loro componenti e relativi scandali, quella che cattura maggiormente la nostra attenzione. Anzi, spesso gli episodi che riguardano i reali inglesi occupano spazi importanti anche sui giornali e telegiornali italiani, consapevoli di quanto la curiosità sia forte.

Da pochi mesi a Londra la situazione è cambiata, e non poteva essere altrimenti dopo la scomparsa della Regina Elisabetta II, avvenuta a settembre 2022. Da allora, come previsto dal protocollo, a succedergli è stato il suo primo figlio maschio, Carlo, che ha assunto la denominazione di Re Carlo III, affiancato in un compito istituzionale così importante dalla Regina Camilla. Alcuni aspetti relativi a cosa prevede l’etichetta in merito alla coppia reale non sono però noti a tutti, proprio per questo può essere interessante conoscerli.

Re Carlo III e Regina Camilla: una coppia discussa e al centro dell’attenzione

Molti dei sudditi inglesi, è inutile negarlo, in un primo momento non vedevano con particolare favore la coppia composta da quelli che oggi sono diventati Re Carlo III e la Regina Camilla. L’attuale sovrana era stata infatti considerata come un’intrusa nel periodo in cui il Re era legato a Diana, arrivando a indicarla come la reale colpevole dell’infelicità della principessa. Non a caso, in un’intervista alla BBC che è poi passata alla storia la Spencer era arrivata a definirlo il suo “b“. Il riferimento, tutt’altro che velato, era evidentemente alla frequentazione che con ogni probabilità non si era mai del tutto interrotta tra i due (si erano conosciuti in gioventù), nonostante lui fosse sposato.

C’è stato chi però aveva addebitato una parte dell’infelicità di quella che è stata definita la “principessa triste” alla compianta Regina Elisabetta II. Carlo, infatti, non aveva mai nascosto il suo amore per Camilla, se lei avesse favorito la loro unione forse ci sarebbero stati tre infelici in meno.

Regina Camilla passato burrascoso
L’attuale Regina Camilla un tempo non era benvoluta a corte – Foto: ANSA – Velvetstyle.it

La scomparsa di Diana ha poi inevitabilmente favorito quello che forse era già scritto nel destino, ovvero il sentimento che univa gli attuali Re e Regina inglesi. La presenza della Parker Bowles era comunque già accettata da tempo, alla fine la sovrana si è “arresa” e ha compreso quale fosse il desiderio del suo primo figlio maschio, consapevole di come alla sua morte anche Camilla avrebbe acquisito potere. Quello che è accaduto il 6 maggio 2023, giorno ufficiale dell’incoronazione di Re Carlo III ha avuto, se possibile, il sapore della rivalsa: la consorte, infatti, si è trasformata da amante a Regina. Uno scenario che fino a una ventina d’anni fa sembrava essere quasi impossibile, ma che invece si è realizzato.

Una figura inizialmente discussa

La Regina Elisabetta II era nettamente contraria alla coppia formata da Carlo e Camilla. Anzi, in un primo momento la sovrana avrebbe definito la Parker-Bowles “una donna malvagia“, sottolineando di “non voler avere a che fare con lei”, secondo quanto emerso nel libro “Rebel Prince: The Power and Passion and Defiance of Prince Charles” , biografia non autorizzata scritta dal giornalista investigativo britannico Tom Bower.

Il mancato assenso di Elisabetta avrebbe però impedito ai due, nonostante la scomparsa di Diana, di sposarsi. Anzi, tra i contrari a quella relazione c’erano anche la Regina Madre e il Principe Filippo. Insomma, una situazione tutt’altro che facile per quella che oggi è diventata Regina. La morte della Regina Madre, avvenuta nel 2002, ha cambiato le cose e ha facilitato l’integrazione di Camilla nella famiglia reale, fino ad arrivare alle nozze celebrate nel 2005.

Carlo e Camilla nozze
Carlo e Camilla il giorno delle nozze – Foto: ANSA – Velvetstyle.it

Negli ultimi anni di vita di Elisabetta la situazione era notevolmente cambiata, anzi in pochi mesi è stato fatto un altro passo importante. Camilla avrebbe dovuto in un primo momento diventare solo “Regina Consorte“, ma con il tempo l’aggettivo “Consorte è stato eliminato, mantenendo solo il titolo di “Regina“. Nei fatti, però, lei resta una “Regina consorte”, sembrerebbe difficile pensarla diversamente, visto che a differenza della suocera lei non ha alcuna sovranità, proprio per questo non ha alcuna autorità politica o militare.

Quale sarà il destino della coppia reale?

La Regina Elisabetta II è rimasta vedova solo per pochi mesi, ma non c’erano molti dubbi già da prima su cosa sarebbe accaduto in caso di scomparsa del marito. Filippo era infatti solo “Principe consorte“, quindi lei aveva tutti i titoli per governare da sola. Una situazione che però non corrisponde a quella di Camilla, proprio per questo può essere naturale chiedersi cosa potrebbe accadere nel Regno Unito se Re Carlo III dovesse morire prima di lei.

In caso di scomparsa dell’attuale sovrano inglese, la consorte manterrebbe la sua posizione nella famiglia reale, ma avrebbe un titolo differente, quello di “Queen Dowager“, che significa “Regina vedova“, come nei fatti sarebbe. Ma cosa comporterebbe tutto questo?

Ci sono due ipotesi che sono da escludere in partenza. Lei non potrebbe mai diventare esclusivamente “Regina” nonostante abbia già questo nome perché non ha alcun legame di parentela con la famiglia reale, così come non potrebbe diventare “Regina Madre, titolo che avrebbe potuto conseguire solo Lady Diana, in qualità di mamma di William, che salirebbe sul trono al momento della scomparsa del papà.

Una situazione simile potrebbe viverla in prima persona anche Kate Middleton, nel caso in cui William dovesse morire prima di lei. Questo scenario comporterebbe però una differenza sostanziale: l’attuale principessa del Galles, infatti, potrebbe tranquillamente scegliere – se volesse – la denominazione di “Regina Madre“, proprio perché mamma di un erede al trono, ovvero il suo primogenito George.

C’è un’ulteriore ipotesi che non può, almeno a priori, essere esclusa del tutto. L’attuale sovrana potrebbe infatti decidere di risposarsi una volta diventata vedova, a quel punto lei potrebbe decidere di assumere il titolo del suo nuovo marito.

Impostazioni privacy