Ava Van Rose, la modella incinta aggredita insieme al figlio di sei mesi

Una brutta, bruttissima storia quella di Ava Van Rose, modella incinta che è stata aggredita senza motivo qualche giorno fa insieme al figlio di soli sei mesi. Come ha raccontato lei stessa al Daily Mail, le è stato dato inspiegabilmente un pugno in faccia ed altri sulla schiena. Si è trasformata in un sacco da boxe e nel frattempo cercava di difendere il piccolo che teneva fra le braccia: “Ho lottato per uscire da questa brutta situazione. Sono stata anche minacciata con un coltello, tuttavia sono riuscita a scappare“. La ventiseienne irlandese è scossa e devastata da quanto accaduto, in ogni caso non vuole assolutamente che l’uomo che l’ha assalita la passi liscia. Nessuna conseguenza per il bambino che porta in grembo, mentre il primogenito è stato quasi strozzato ed ora si trova in ospedale in fin di vita.

Non è la prima volta che personaggi del fashion system diventano protagonisti di episodi di violenza. Proprio recentemente è tornata a far parlare di sé Chanttelle Ward, top model che lo scorso anno è stata sfigurata dal fidanzato (le ha strappato il labbro a morsi con la scusa di darle un bacio) e che proprio pochi giorni fa ha vinto il concorso Top Model of England con un premio di bel mille sterline. Una bella rivincita. “Dopo avermi strappato il labbro – ha raccontato – mi ha spalmato il sangue sul viso e ha proseguito a baciarmi“.

Cosa dire invece di Katie Piper che è stata picchiata, violentata e ricoperta di acido su collo, mani, petto, viso e braccia? Questo incidente le ha causato ustioni di terzo grado e ben centodieci interventi chirurgici per tornare alla normalità. Con il passare del tempo Katie ha ricominciato a sorridere e ha voluto raccontare la storia sui social network soprattutto per sensibilizzare l’universo femminile.

Foto by Facebook

Impostazioni privacy